Ago 032019
 

Da “Lettera Donna”. 01.04.2019

Le vittime, 49 e 40, sono Romina Meloni e Loredana Calì. Entrambe sono state uccise a colpi di pistola per mano degli ex compagni.

Un weekend e un inizio settimana di sangue per le donne, quello tra il 31 marzo e il primo aprile:due femminicidi si sono consumati in Sardegna e in Sicilia e le vittime, 49 e 40 anni, sono state uccise per mano dei loro ex compagni.

ROMINA MELONI, UCCISA A NUORO

Il copione è sempre lo stesso, come ha denunciato Telefono Rosa: dopo cinque anni di convivenza non aveva accettato la fine della relazione Ettore Siniagente della Polizia Penitenziaria, che domenica 31 marzo ha fatto improvvisamente irruzione nella casa dell’ex moglie Romina Meloni, di 49 anni, a Nuoro, che trascorreva un tranquillo pomeriggio domenicale in compagnia del nuovo compagno, e armato di pistola ha fatto fuoco sulla coppia uccidendo lei e ferendo Gabriele Fois, ricoverato in Rianimazione in gravissime condizioni. Intorno alle 16.40, Sini si è presentato nella casa di via Napoli, che Fois aveva affittato a gennaio, ha suonato un campanello del palazzo facendosi aprire da una bambina e infine ha bussato alla porta dell’appartamento. Ha aperto proprio Romina che ha intuito le intenzioni del suo ex e ha richiuso la porta. Ma Sini l’ha sfondata e con la sua pistola 7.65 legalmente detenuta, ha esploso cinque colpi: quattro andati a segno. Uno mortale sul collo della donna e altri tre, di cui uno alla testa, su Fois. In serata l’agente di polizia penitenziaria è stato arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Nuoro, unitamente ai militari di Sassari, dopo aver tentato una fuga nel pomeriggio vagando in auto in stato confusionale.

LOREDANA CALÌ, UCCISA A ENNA

Violenza mortale su una donna anche in provincia di Enna, in Sicilia, dove la mattina del primo aprile un quarantenne ha ucciso l’ex moglie a Catenanuova sparandole un colpo di pistola prima di costituirsi alla caserma dei carabinieri. La vittima è Loredana Calì, 40 anni, e l’omicida si chiama Filippo Marraro, titolare di un autolavaggio. È stato lui (la coppia si era separata nell’estate 2018 e ha due figli; l’uomo ne ha un terzo da un precedente matrimonio), 51 anni, a chiamare i carabinieri e a indicare il luogo dell’omicidio. Marraro aveva dato appuntamento alla ex, ma quando è arrivato ha estratto la pistola e ha sparato. Pare che in passato l’uomo si fosse reso responsabile di atti di violenza nei confronti della donna, che però non l’aveva mai denunciato. Il suo aguzzino, prima di costituirsi ai carabinieri, aveva scritto un inquietante post su Facebook: «La vendetta è un piatto freddo, più è freddo e più si gusta».

https://www.letteradonna.it/it/articoli/fatti/2019/04/01/femminicidio-nuoro-catenanuova-romina-meloni-loredana-cali/27982/?fbclid=IwAR3rtYigtIu4nvdA3wsBPUmmJ3UFzUcPRKuPGVlKIM_okzC8vx-5E__9SRI

Sorry, the comment form is closed at this time.