Mag 152019
 

Da “Repubblica.it”. 25.03.2019

Pietro Carlo Artusi mercoledì aveva confessato l’assassinio di Roberta Priore. Ricoverato in ospedale, l’uomo è in morte cerebrale.

Si è impiccato sabato sera, poco dopo le 22, nella cella del carcere di San Vittore dov’era recluso da quando, mercoledì, aveva ammesso il delitto della sua compagna. Pietro Carlo Artusi era ancora vivo quando gli agenti della polizia penitenziaria lo hanno trovato con il lenzuolo intorno al collo. Hanno chiamato il 118. Arutisi è stato ricoverato all’ospedale San Carlo dove da questa mattina è stato dichiarato in morte cerebrale. Il corpo senza vita di Roberta Priore era stato trovato martedì nella sua abitazione di Milano. Dopo una notte di interrogatori, Artusi aveva ammesso il delitto.


https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/03/25/news/milano_ha_ucciso_la_sua_compagna_si_impicca_in_cella_a_san_vittore-222453349/?ref=fbpr&fbclid=IwAR3R74ms-pyazr2Mf3ZnQCSclRA3xFwE3vH1vk6PVnDGsGuhXrPEMKznUbA

Sorry, the comment form is closed at this time.