Apr 242019
 

Da “La Stampa Tv”. 13.02.2019

In un’intervista rilasciata al programma The View, in onda su Abc, Lorena Bobbitt racconta a 25 anni di distanza cosa la spinse ad aggredire suo marito il 23 giugno del 1993, quando gli recise una parte del pene. L’episodio, seguito da un processo che ebbe risonanza mondiale, ha ispirato una recente docuserie dal titolo “Lorena”, distribuita da Amazon e diretta da Joshua Rofè.”La domanda non è perché l’ho fatto – spiega in questo estratto dell’intervista Lorena Bobbitt alla conduttrice Barbara Walters – è evidente che non fossi lucida. Quel gesto mostra quanto sia drammatico subire violenza domestica”, conclude Lorena, che da tempo ha ripreso il suo cognome da nubile: Gallo. La donna, oggi, difende le vittime di abusi attraverso una fondazione che porta il suo nome.Secondo quanto riferì all’epoca, il marito John Wayne Bobbitt abusava di lei e la picchiava. Lorena Bobbit fu assolta per l’aggressione a gennaio del 1994, ritenuta dalla giuria in uno stato di infermità mentale. Suo marito, in merito alle accuse di violenza domestica, fu ritenuto innocente già a novembre del 1993.

https://www.lastampa.it/2019/02/13/societa/l-apos-intervista-hkdHfLYZrtB1J2EGaOOh3M/pagina.html?fbclid=IwAR2yBBPB3v2G6P-6P5PFAfjL70Ce2H-bqJFHDNxMA3TK_XFKR6ZogcWkOXg


Sorry, the comment form is closed at this time.