Ott 222019
 

Da “Greenme”. 04.10.2019

Le sue scarpe non erano belle e alla moda come quelle degli altri compagni di classe, ma semplici e consumate, ed è bastato questo a scatenare i bulli contro l’11enne Kyler Nipper. Lo hanno aggredito e umiliato mentre raggiungeva la lezione di biologia, poi con una matita appuntita gli si sono scagliati addosso trafiggendogli il polmone.

Kyler, dopo essere stato ricoverato in Ospedale con un tubo respiratorio per tre giorni, è riuscito pian piano a riprendersi ma ha dovuto abbandonare la scuola per la sindrome da stress post-traumatico. Motivo per cui i genitori hanno deciso di farlo studiare da casa.

E proprio mentre era in terapia ecco l’idea geniale: il ragazzo pensò che in città centinaia di bambini subivano, com’era accaduto a lui, atti di bullismo e aggressioni dovute al loro abbigliamento poco alla moda e alle scarpe logore. Così decise di cambiare questa triste realtà avviando una campagna di donazione di scarpe nel suo quartiere.

Una settimana dopo l’incidente, mise diverse scatole vuote fuori di casa sua invitando i vicini a donare scarpe ai bisognosi. In quattro mesi riuscì a ottenere moltissime donazioni, finché la famiglia decise di noleggiare un autobus abbastanza grande per contenerle tutte e portarle nelle comunità più povere una volta al mese.

Tutto questo accadeva 3 anni fa, oggi Kyler ha una sua ONG, “Kyler’s Kicks, che distribuisce e raccoglie oltre 25.000 paia di scarpe per bambini, ragazzi e senzatetto di Las Vegas.

Contribuiscono attivamente alla sua ONG la Fondazione Born this Way di Lady Gaga, l’entità filantropica Zappos for Good, e The GoFundMe Team gli ha appena donato 500 dollari.


Sorry, the comment form is closed at this time.