Set 142019
 

Da “La Repubblica”. 01.09.2019

Svolta sulla scomparsa di Elisa Pomarelli dopo le analisi del Ris sull’auto dell’uomo. L’ipotesi che sia fuggito. Trovato un giaciglio nei boschi. Domani sopralluogo a casa dell’operaio per cercare tracce di sangue.

BOLOGNA – Massimo Sebastiani è indagato per omicidio e occultamento di cadavere. La svolta della procura arriva al tramonto di un’altra faticosa giornata di ricerche sulle colline piacentine. L’operaio di 45 anni e l’amica Elisa Pomarelli, di 28, sono scomparsi domenica scorsa. I pm non si muovono più sull’ipotesi di sequestro di persona contro ignoti ma su un piano più drammatico. E cioè sull’idea che lui l’abbia uccisa, abbia nascosto il corpo e sia fuggito. Per questo, domani alle 10, ci sarà un nuovo sopralluogo nella casa dell’uomo. «Presumo cercheranno delle tracce di sangue con il luminol — dice l’avvocato Mauro Pontini, che ha ricevuto l’avviso per accertamenti tecnici non ripetibili e come consulente di parte ha nominato la criminologa Roberta Bruzzone — secondo me hanno già trovato qualcosa anche in macchina. Spero che non serva, che trovino sia lei che lui, anche se le speranze sono poche».

Questo non significa che la donna sia morta, fanno trapelare gli investigatori. Ma che una settimana di indagini, di rilievi da parte dei carabinieri del Ris nella casa dell’operaio a Carpaneto, nella sua auto, nel suo cellulare può aver portato a trovare elementi utili, indizi che vanno approfonditi. I militari torneranno nella casa dell’operaio, che è sotto sequestro. I nuovi rilievi riguarderanno non solo l’abitazione ma anche le aree di pertinenza esterne come il pollaio. La Honda Civic che ha parcheggiato domenica sera davanti casa, prima di sparire nel nulla, è già da giorni sotto la lente degli investigatori. Così come il telefono lasciato spento sul sedile.

Che cos’è rimasto dell’amicizia fra Massimo e Elisa? Del rapporto fra i due si è detto di tutto: per la famiglia di lei erano «amici e basta», per quella di lui, che la chiamava «la mia fidanzata», c’era molto di più. Un rapporto consolidato che andava avanti da tre anni. Forse un amore non corrisposto, che sin dal primo momento è fra gli indizi chiave di questa storia.

Solo una cosa è certa: domenica pomeriggio, poco dopo le 14, Massimo e Elisa escono dal ristorante “Il Lupo” di Ciriano di Carpaneto, sulle colline di Piacenza. Alle 14.47 l’operaio va a far benzina da solo e al proprietario del distributore, Eugenio, racconta: «Volevo fare un giro con la mia ragazza ma lei non è voluta venire». E dov’era, allora?

Se lo chiedono i 150 volontari di ogni corpo di soccorso possibile — dai sommozzatori agli speleologi — che anche ieri hanno cercato i due. Il campo base delle ricerche è stato spostato più su, a Veleia Romana, verso i monti fra Lugagnano, Morfasso e Carignone, fra boschi e rocce impervie. Per un attimo si è accesa una luce, nel pomeriggio, quando un cane usato dai soccorritori ha annusato quello che somiglia a un giaciglio nella zona di Riofreddo: un ammasso di foglie e rami accatastati, un luogo dove forse è passato qualcuno. Non è la prima volta che accade ma potrebbe essere una pista nuova. Di sicuro le ricerche andranno avanti fino a domani, giorno in cui è previsto un nuovo vertice di coordinamento in Prefettura.

Elisa è scomparsa dopo quel pranzo. Massimo ha lasciato delle tracce, forse un tentativo di crearsi degli alibi: il rifornimento, il bicchiere di vino dal padre della sua ex, la visita al bar, dove si è presentato coi pantaloni bagnati (indizio, questo, che ha portato a setacciare gli specchi d’acqua della zona), la cena con un’amica. Si è spostato a bordo di una Honda Civic che alla fine ha parcheggiato vicino casa. Si è incamminato lungo una strada provinciale, una sua conoscente lo ha visto con uno zaino in spalla e una felpa. Per andare dove, non lo sa ancora nessuno. Dove sia Elisa, nemmeno. Le sue sorelle e i suoi amici l’hanno cercata, in questi giorni, a fianco dei volontari. «Ti voglio bene e ti aspetto, faremo tanti giri in moto e ti insegnerò a ballare il latino che volevi tanto imparare», promette Dayana, una delle sue migliori amiche.

https://www.repubblica.it/cronaca/2019/09/01/news/_l_ha_uccisa_e_ha_nascosto_il_corpo_massimo_sebastiani_indagato_per_omicidio-234843116/?ref=fbpr&fbclid=IwAR2M2H9wM8gDGtqzuIL6kLpgrLGCjnJnEjEwDAdGaLbrGliEch4G-l7lB2M


Sorry, the comment form is closed at this time.