Giu 072018
 

AQUARAMA, storica azienda nel settore capospalla sportswear uomo donna alto di gamma, con sede in Petrignano d’Assisi, sostiene il laboratorio artigianale di Libertas Margot in nome della solidarietà ma anche come aiuto concreto alle vittime di violenza di genere: il simbolo di questa prima collaborazione che unisce la moda di qualità con l’associazione che tutela le vittime di violenza è Tommy un peluche prodotto artigianalmente dalle socie di Libertas Margot con i tessuti della collezione estiva di AQUARAMA.

Tommy verrà portato a Pitti Firenze, durante la settimana della moda dedicata all’abbigliamento maschile che si terrà dal 12 al 15 Giugno, dove sarà messo in mostra insieme alla nuova collezione di giacche sportswear uomo.

La mascotte Tommy, una storia nella storia, è stato disegnato e realizzato dalle socie di Libertas Margot su ispirazione del “vero” barboncino dei titolari di AQUARAMA, che praticamente vive e lavora con loro in azienda insieme all’altra cagnolina, Spilla.

<Ho fortemente voluto questa alleanza con l’associazione Libertas Margot – spiega MARGHERITA TOFI, imprenditrice e CEO di AQUARAMA – perchè nessuno può sentirsi deresponsabilizzato, nessuno deve sentirsi estraneo al problema della violenza di genere, un problema trasversale, che coinvolge uomini e donne di ogni ceto sociale e livello culturale. Come azienda che ha profonde radici nel territorio, sentiamo la responsabilità sociale nel mettere in atto tutte le azioni possibili per dare visibilità al fenomeno, e per dare aiuto concreto a chi vuole ricominciare, riprogettare la propria vita ma è in difficoltà a causa delle condizioni economiche.

Credo che il progetto possa avere ancora più possibilità presentandolo, con la nostra Martina Covarelli, durante Pitti Uomo: in questo modo trasmetteremo un doppio sentimento, solidarietà e sostegno, anche grazie agli uomini che con l’occasione potranno appoggiare il nostro messaggio contro la violenza di genere>.

<Siamo onorati, emozionati e veramente felici per questa nuova avventura che stiamo intraprendendo con orgoglio. Dopo la sfilata etica di Parigi, nel settembre 2017, dove abbiamo portato le nostre borse, fatte insieme all’imprenditrice Caterina Calabresi, questa volta andiamo con un progetto nuovo, realizzato e prodotto dalle socie del nostro laboratorio artigianale, completamente diverso ma che richiede comunque per essere realizzato fantasia, capacità manuali, precisione, creatività – spiega Massimo Pici, vicepresidente di Libertas Margot.

Siamo grati ad AQUARAMA, azienda di capospalla con storiche tradizioni, ed in particolare a Margherita Tofi suo CEO, per la sensibilità dimostrata verso un problema così diffuso ma anche non semplice da affrontare. Crediamo che si stia percorrendo la giusta strada per aiutare ad arginare il problema della violenza: un’alleanza con le parti sociali per isolare i violenti e sostenere, invece, con ogni mezzo, il valore di chi decide di ricominciare e di riprendere in mano la loro vita. Ringraziamo in particolare le socie che hanno realizzato Tommy dedicandogli tempo e capacità. In particolare Martina Covarelli, prezioso tramite tra l’azienda e l’associazione , Liliana Picistrelli, coordinatrice del laboratorio “Le cose di Margot”, Valeria della Bella, Daniela Burico, Mioara Constantin, Giuliana di Cioccio, Angela Rossi, che si sono messe in gioco.

https://www.aquaramasportswear.it/it/?tmpl=comingsoon

 

 

 

Sorry, the comment form is closed at this time.