Feb 042017
 
COMUNICATO STAMPA
  Prima giornata nazionale contro il bullismo a scuola 7 febbraio 2017
  Istituto di Istruzione Superiore Cavour Marconi Pascal
  Auditorium di Piscille
  Lectio Magistralis “Deep Web, rischi e opportunità del web nascosto”
  tenuta dall’avvocato Emanuele Florindi autore di numerosi testi
  sull’argomento
  Con il Patrocinio di Regione dell’Umbria, Provincia e Comune di Perugia
  Saranno Presenti Andrea Romizi, sindaco di Perugia
  Donatella Porzi, presidente consiglio regionale
  Francesco Messina, questore di Perugia
  Carla Casciari, consigliera, membro I e III commissione Regione Umbria
 
 
 
 
In occasione della “Prima Giornata nazionale contro il bullismo a  scuola”, che avrà luogo il 7 febbraio 2017, in coincidenza con la  Giornata Europea della Sicurezza in Rete indetta dalla Commissione  Europea (Safer Internet Day), verranno presentate le migliori proposte  didattiche elaborate dalle scuole ma, soprattutto, tutte leistituzioni scolastiche italiane saranno chiamate a dire “NO” al bullismo a scuola, dedicando la giornata ad azioni di sensibilizzazione rivolte non solo  agli studenti ma a tutta la comunità.
   Il nostro Istituto organizza un seminario dal titolo DEEP WEB :rischi
  e opportunità del Web nascosto”relatore il dott. Emanuele  Florindi Vice presidente AISF (Accademia Internazionale di Scienze Forensi) e  membro del CSIG di Perugia (Centro Studi Informatica Giuridica),  autore  di “DEEP WEB E BITCOIN- Vizi privati e pubbliche virtù della navigazione in rete”

  L’evento, organizzato in collaborazione con l’Associazione Libertas  Margot e con la Questura di Perugia, è l’epilogo di un progetto di
cui  il nostro Istituto è scuola pilota, “Sbullònati: smonta il bullo che  è in te”, che ha visto coinvolte diverse classi del nostro Istituto
 con  molteplici iniziative, da incontri con psicologi e avvocati che  abitualmente accolgono denunce di soprusi e/o violenze a visione di
 film  sul tema del bullismo e della violenza di genere.

  “DEEP WEB E BITCOIN- Vizi privati e pubbliche virtù della navigazione  in rete”  è un  libro che nasce dalla volontà di fare un po’ di luce  su uno dei fatti più affascinanti dell’informatica moderna, un mondo  sommerso in cui non valgono le ordinarie leggi dello Stato. Un mondo in  cui il commercio di merci illegali regna sovrano ed è possibile  incontrare ladri, assassini, tipi strani,  ma dove operano e agiscono  anche coloro che, questo strumento, lo utilizzano per difendere il  diritto alla libertà di parola, combattere le dittature e sconfiggere  le censure. Il Deep Web  rappresenta, dunque, lo specchio fedele della  nostra realtà quotidiana; la libertà di opinione e di informazione è  davvero un’arma potentissima con cui raggiungere, conoscere e divulgare  informazioni che, altrimenti, sarebbero destinate a rimanere occultate  alla maggioranza delle persone e che rappresenta oggi un diritto  inalienabile degli esseri umani, perché solo se possediamo la  conoscenza possiamo essere uomini liberi.

Sorry, the comment form is closed at this time.