Ott 082015
 

Tre associazioni unite per dire alle donne vittime di violenza che «non sono sole». Soprattutto informarle che oltre all’aiuto psicologico c’è ora anche quello economico e «contrastare insieme uno dei fenomeni sociali più nascosti e pericolosi, anche in Umbria».

Le associazioni ‘Libertas Margot’ che si occupa di violenza contro le donne, ‘Iacact’ che sostiene tecnologicamente associazioni no profit e ‘Creattività’ l’associazione di donne che realizzano prodotti artigianali, hanno presentato giovedì mattina a Perugia, nella sala partecipazione di palazzo Cesaroni, due iniziative per la raccolta a favore di un fondo per il prestito d’onore alle vittime di violenza di genere: il video#Cambialatuastoria e l’iniziativa ‘Margherite per Margot’.

Un prestito d’onore che è stato definito come «un piccolo contributo per ricominciare, considerato che uno dei motivi per cui le donne non si liberano dai maschi violenti – ha detto la presidente di ‘Margot’, Vanna Ugolini – è il non avere una indipendenza economica». È stato, infatti, spiegato che la violenza contro le donne può essere attuata in diverse forme, ed oltre a quella fisica e psicologica c’è anche quella di tipo economico.

Le risposte A fare gli onori di casa, nella sede del consiglio regionale, la presidente dell’assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi, che ha elogiato tutti i buoni propositi di un’esperienza che ha visto nascere: «Rispetto ad allora e dopo una fase utile di raccolta dati, ora siamo quindi in una fase successiva in cui queste associazioni, il cui futuro è utile alla buona causa che stiamo condividendo per dare soluzioni a questi problemi, cercano di dare risposte con importanti iniziative».

#Cambialatuastoria Il primo progetto presentato a sostegno della campagna di raccolta fondi per il prestito d’onore a favore delle vittime di violenza di genere è stato il video #Cambialatuastoria, prodotto dall’associazione ‘Iacact’, sul tema della violenza economica e che vede protagonisti alcuni giovani. Daniele Mariani, fondatore di ‘Iacact’, ha ricordato il senso del messaggio che sta dietro a questo breve video: «Una persona che cambia la sua storia è una persona coraggiosa».

‘Margherite per Margot’ A seguire, la presidente di ‘Creattività’, Francesca Angelini, ha parlato dell’iniziativa ‘Margherite per Margot’ ideata dall’associazione per la raccolta fondi da destinare alle donne vittime di violenza. Saranno così realizzate delle margherite, con il legno, la carta e con altri materiali, oltre che ai ferri e all’uncinetto, che il 25 novembre saranno donate a ‘Libertas Margot’. Angelini ha poi annunciato che lunedì 12 ottobre le donne di ‘Creattività’ andranno a lavorare e a produrre margherite durante la seduta del consiglio comunale, per sensibilizzare su questo tema anche i componenti dell’assemblea.

Gli uomini Un fenomeno, quello della violenza contro le donne, che ‘Libertas Margot’ sta anche affrontando da un’altra prospettiva. Oltre alle 38 donne che dal 2013 si sono rivolte all’associazione, da un po’ di tempo sono seguiti anche otto uomini: è questo, infatti, il numero di autori di maltrattamenti che finora si sono rivolti al primo centro in Umbria rivolto a loro. Perché, è stato spiegato, «un uomo che fa violenza non è un mostro, ma quasi sempre una persona che ha subito violenza e che quindi va aiutata».

 

Sorry, the comment form is closed at this time.